Che c’è per cena? Aspè, leggo cosa ne dice la Clerici!

Ora, il nuovo arrivato non fa altro che aggiungersi ad una serie evidentemente infinita di manuali, manualetti, vademecum che dovrebbero venire in aiuto del sempre più confuso uomo moderno.

Come e cosa mangiare, come vivere belli, sereni, in salute, come trovare lavoro, dove andare in vacanza, quando decidere di avere un figlio, come averlo, come crescerlo, come trovare un partner, come farlo felice, come essere felici in due, come lasciare il partner, come trovarne un altro, come affrontare la singletudine, come vivere serenamente la propria sessualità, 10 modi di combattere l’ansia, impara il pilates dalla poltrona di casa tua…UFF!!!!!

Per carità, leggere è fondamentale, ma ho sempre guardato con sospetto questi volumetti che occhieggiano dal bancone delle librerie, promettendoti felicità immediata e facile, nella maggior parte dei casi troppo facile, per essere vera!

I nostri nonni vivevano felici, tranquilli e a lungo, senza bisogno di correre in libreria al presentarsi del primo problema (a volte, invece, accorrevano in aiuto gli amici…e quelli sì che sono interventi importanti e utili, perchè vengono dal cuore!).

Forse siamo noi una generazione di insicuri cronici, dunque mi chiedo: è mai possibile che non siamo più capaci di vivere da soli, di fare scelte autonome con la consapevolezza dei rischi/benefici che queste comportano, forti solo della nostra esperienza e saggezza, imparando esclusivamente dai nostri errori?

O più probabilmente lo siamo, e allora vadano un po’ a farsi benedire, tutti questi libercoli che non fanno altro che buttarci addosso insicurezza?

Annunci
Categorie: attualità, consigli per gli acquisti, cotte e mangiate, domande utili, libri, petizioni, poldina sconsiglia, riflessioni, salute, sondaggi, statistiche | 5 commenti

Navigazione articolo

5 pensieri su “Che c’è per cena? Aspè, leggo cosa ne dice la Clerici!

  1. crimson74

    Quanti alberi sacrificati per farne inutile cartaccia…

  2. ilminollo

    Sì, va bene: ma stasera che si mangia??

  3. blumosquito

    “Come vivere felici e decisi, senza leggere neanche un libro”.
    Mi piace. Chi è l’editore?

    Comunque, concordo.
    I libri, non sono vita; sono solo un riassunto, parziale (non intero) e parziale (contrario di imparziale) di un punto di vista fondamentale. Il nostro.
    Quindi, inutili, senza esperienza

  4. anonimo

    non comprarli, semplice.
    antonio

  5. crimson74

    A dire la verità, speravo proprio in un tuo commento al mio post su Pavarotti: da ‘addetta ai lavori’, la tua opinione mi interessava molto… il bello è che quel post l’ho scritto di getto, poco dopo aver saputo la notizia, e alla fine della giornata dopo tutto quello che ho sentito mi sono chiesto se non ero stato un pò ingeneroso… poi ho letto il tuo commento, e mi sono ricreduto…
    Quanto alle ‘lacune’ di Pavarotti, sono curioso, magari scrivimi due righe in privato.
    Sulla commistione di generi, io sono in linea di massima favorevole, specie quando l’obbiettivo è ‘sperimentare’ (vedi Zappa, ad esempio). Diverso è quando, come nel caso del “Pavarotti and Friends” il fine è tutt’altro e i risultati lasciano in gran parte perplessi…
    Ciaoooo!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: